IR 3000

Umidità ad infrarossi



 

Principio di misura

 

La tecnologia si basa sull’assorbimento a specifiche lunghezze d’onda in prossimità dell’infrarosso (NIR) determinato dai legami dell’idrogeno, quindi principalmente dall’acqua (O-H) ma anche ad esempio dagli idrocarburi (C-H) e dall’ammoniaca (N-H). La quantità di energia infrarossa riflessa dal materiale sotto esame è inversamente proporzionale alla quantità di molecole che determinano l’assorbimento dell’infrarosso.

 

La tecnologia

 

  • Misura dell’umidità di prodotti solidi di qualsiasi forma e pezzatura (polveri, granuli, scaglie, pellets ed anche pezzature più grandi) anche in movimento, quindi tipicamente su nastro trasportatore ma anche in caduta libera ad esempio da una coclea o una tramoggia.
  • La misura è effettuata a distanza (solitamente da 10 a 40 cm dal solido da misurare) mediante l’emissione di una luce infrarossa e la misura della quantità riflessa in una specifica lunghezza d’onda.
  • Nessun contatto con il materiale da misurare quindi nessuna deriva dovuta ad usura e nessuna manutenzione nel tempo
  • Tecnologia impiegata oltre che per la misura dell’acqua anche per la misura di altri elementi che assorbono gli infrarossi come tipicamente oli e proteine

 

Lo strumento

 

  • IR3000 è il frutto di oltre 40 anni di esperienza nel settore dei misuratori di umidità ad infrarossi e ne rappresenta l’evoluzione e lo stato dell’arte per quanto riguarda la tecnologia, la versatilità e l’efficienza di misura
  • Prestazioni fino ad ottenere precisioni pari a 0,01% di umidità (dipende ovviamente dall'applicazione specifica) con campi di misura da pochi ppm fino anche al 100%
  • Misura in tempo reale, con cicli di lettura tipicamente di 7.000 misure al secondo (per applicazioni speciali fino a 15.000 misure al secondo)
  • Misura di assorbimento con rapporto rispetto ad un riferimento, sistema che ne migliora l’efficienza azzerando le derive nel tempo e compensando anche automaticamente eventuali variazioni della distanza di puntamento
  • Interfaccia dati moderno e versatile con uscite analogiche, RS232/485, Ethernet TCP/IP e diversi protocolli di comunicazione disponibili

 

Le applicazioni

 

  • È uno strumento essenziale per controllare la qualità dei prodotti e ottimizzare l’efficienza ad esempio nel controllo automatico di sistemi di essicazione per mantenere il contenuto di acqua al livello desiderato
  • Montaggio su nastri trasportatori, ma anche su qualsiasi altro tipo di trasporto del prodotto, distanza di puntamento tipica da 10 a 40 cm, versioni con pulizia dell’ottica ad aria per ambienti particolarmente polverosi
  • Applicazioni nei settori alimentari, chimici, della carta, del legno, dei minerali, della plastica, del tabacco e delle energie rinnovabili (controllo umidità biocombustibili)