SERIE EXSPECT 231

Fotometro ad assorbimento ottico



Il costruttore

Il costruttore

Principio di misura

Il funzionamento di questo fotometro è basato sul controllo dell’assorbimento di un fascio di luce nella specifica banda NIR ad una lunghezza d’onda di 850 nm da parte del fluido da misurare. L’assorbimento è proporzionale alla quantità e concentrazione di sostanze presenti all’interno del liquido base.

La tecnologia

  • Mediante la misura della capacità di assorbimento ottico è possibile controllare la concentrazione di sostanze diverse e la torbidità anche per piccolissime presenze di sospensioni in maniera continua ed immediata.
  • La misura della banda infrarossa ad 850 nm consente la totale indipendenza dalle eventuali variazioni di colore e la sorgente ottica impiegata garantisce una stabilità eccellente anche a lunghissima scadenza.
  • Tecnologia a luce LED pulsante per eliminare ogni possibile interferenza ottica esterna e garantire la massima stabilità e ripetibilità di misura.

Lo strumento

  • Sensore compatto ad inserzione con attacco filettato G ½” per garantire la massima facilità di installazione, elettronica di misura integrata con display touch per programmazione, visualizzazione e trasmissione delle informazioni di misura.
  • Materiale costruttivo AISI 316L con lenti ottiche in zaffiro e tenute esclusivamente metalliche (senza elastomeri). Realizzazione igienica compatibile con cicli di pulizia CIP/SIP.
  • Tre taglie di distanza ottica tra lente di trasmissione e di ricezione, 5 mm per torbidità elevata, 10 mm taglia standard e 20 mm per torbidità minima e quindi piccolissime concentrazioni.
  • Versioni con campo di misura ed unità di misura selezionabili, mediante parametrizzazione locale o anche tramite connessione a PC e software EXpert (richiede convertitore per interfaccia a PC).

Le applicazioni

  • Controllo della torbidità dei liquidi e quindi dell’efficienza di filtrazione;
  • Controllo e regolazione automatica della concentrazione di fluidi in produzione, come ad esempio la regolazione dei lieviti nella produzione della birra oppure dei grassi nel latte.
  • Monitoraggio e regolazione per il funzionamento di separatori e decantatori.
  • Ideali anche per controllare l’inquinamento indesiderato di fluidi di processo.
  • Verifica cicli di pulizia e lavaggio soprattutto nel settore alimentare ma anche chimico e farmaceutico.